Creare il disco di ripristino di Windows 7 e renderlo avviabile da USB

fonte: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=Creare-il-disco-di-ripristino-di-Windows-7-e-renderlo-avviabile-da-USB–Video-_10208

Windows 7 contiene una comoda utilità che permette, in qualsiasi momento, di creare il disco di ripristino del sistema. Purtroppo, però, tale utilità non consente di memorizzare ildisco di ripristino di Windows 7 in una chiavetta USB né di salvarlo sotto forma di file ISO. Ricorrendo ad un espediente tutto sommato anche piuttosto semplice da applicare, è possibile creare il disco di ripristino di Windows 7 e renderlo avviabile da una chiavetta USB.

I passaggi da effettuare per raggiungere l’obiettivo sono pochi. In primis è necessario, da Windows 7, cliccare sul pulsante Start quindi digitare, nella casella Cerca programmi e file, recdisc.
Si tratta dell’utilità “Crea un disco di ripristino del sistema” che, come si può constatare, permette esclusivamente di masterizzare il disco su supporto CD o DVD.

Cliccando su Crea disco senza inserire alcun supporto masterizzabile, tuttavia, pur visualizzando un messaggio d’errore, Windows 7 creerà un file ISO contenente il disco di ripristino del sistema all’interno della directory temporanea (facilmente accessibile digitando %temp% nella casella Cerca programmi e filedel menù Start).
All’interno della cartella dei file temporanei di Windows, si troverà un file con estensione .ISO denominato con una lunga serie di caratteri alfanumerici, il cui nome è racchiuso tra parentesi graffe.

Dal momento che tale file ISO è “bloccato” da parte del sistema operativo, non si potrà copiarlo altrove utilizzando gli strumenti ed i mezzi tradizionali. Per risolvere il problema, si potrà ricorrere all’utilityHobocopy nella versione a 32 o 64 bit, a seconda dell’edizione di Windows 7 che si sta usando:

Hobocopy, versione a 32 bit (x86) compatibile con Windows 2003, Windows 2008, Windows Vista e Windows 7
Hobocopy, versione a 64 bit (x64) compatibile con Windows 2003, Windows 2008, Windows Vista e Windows 7A suo tempo, nell’articolo 32 bit vs. 64 bit: le differenze tra le due architetture, avevamo evidenziato le differenze tra le architetture a 32 e 64 bit.

Dopo aver copiato il file ISO in una directory “d’appoggio” (ad esempio, C:\ISO, si potrà inserire il disco di ripristino di Windows 7 in una chiavetta USB avviabile.
Allo scopo è possibile ricorrere ad un’utilità gratuita come YUMI, prelevabile da questa pagina (è necessario scorrere la pagina quindi cliccare su “DOWNLOAD YUMI”).

Prima di avviare YUMI è necessario collegare al sistema la chiavetta USB nella quale si desidera caricare il disco di ripristino di Windows 7 ed appuntare la lettera identificativa di unità assegnata dal sistema operativo.

Il resto della procedura è molto semplice: basterà selezionare da YUMI la lettera identificativa di unità corrispondente alla chiavetta USB quindi scegliere Windows Vista/7/8 installer dal riquadro sottostante. Con un clic sul pulsante Browse, si dovrà scegliere il file .ISO (contenente il disco di ripristino di Windows 7) precedentemente salvato nella cartella C:\ISO).

Pur avendo già illustrato in precedenza la procedura da seguire (vedere l’articolo Un’unità USB avviabile contenente il disco di ripristino di Windows ed altre utilità), abbiamo deciso di preparare una videoguida che illustri tutti i passaggi da seguire per raggiungere l’obiettivo.

Il video è stato registrato a 720p: vi consigliamo di visualizzarlo a schermo intero in modo da poter seguire con maggior comodità tutti i vari passaggi.
Scusateci per le imperfezioni nella pronuncia e… siate benevoli con l’autore del video 😉